L'auto che non è un suv e non è un crossover ma diventerà il big trend dell'automotive

 

<<Siamo stati a Barcellona a testare la nuova Kia ProCeed. Risultato: aggiorniamo il vocabolario (dell'auto) e ascoltiamo nuova musica (letteralmente).>> di Gianluca Pezzi - MarieClaire 30 gennaio 2019

 

Tenete a mente il nome “Shooting Brake” perché a breve potrebbe diventare di uso comune come “SUV” o “Crossover”. Si tratta di un nuovo modo di intendere le automobili familiari, dotate di una linea sportiva ed elegante, senza rinunciare alla capacità di un bagagliaio enorme. È una specie di magia che incanta tutti quelli che la incontrano per la prima volta, un po’ come ci è capitato durante la prova in anteprima della nuova Kia ProCeed sulle strade di Barcellona.

È vero, le station wagon non sono più auto spartane da lavoro, si sono evolute, anche se un po’ per rispettare le convenzioni, un po’ per far tornare i conti dello spazio disponibile, le forme sono rimaste più o meno immutate da una ventina d’anni. La novità delle shooting brake sta nella forma del tetto, che al posto di proseguire in orizzontale scende in maniera elegante verso la coda, con un pizzico di sportività che non guasta mai. Il risultato è un design azzeccato, nato nel Centro Stile Kia di Francoforte espressamente per incontrare i difficili gusti di noi europei.

4,6 metri di lunghezza per 1,8 di larghezza. Sono dimensioni importanti, ma dopo averci fatto la mano riuscire a destreggiarsi nel traffico della cittàcatalana non sembra un'impresa difficile. L’aiuto maggiore arriva dal cambio automatico e da una serie di funzioni elettroniche che anticipano come potrà essere la guida autonoma. Da quello che posso notare, la parola d’ordine potrebbe essere “relax”. C’è un sistema che tiene automaticamente la distanza di sicurezza con l’auto che vi precede: la ProCeed accelera e frena da sola, in tutta tranquillità. Quando la vettura si ferma, perché ad esempio sono in attesa del verde, mi basta un piccolo colpo all'acceleratore o sul tastino sul volante per farla ripartire. Più facile da fare che da spiegare, riesce a rendere meno irritante la classica routine da traffico cittadino: parti, accelera, cambia, rallenta freno, folle. Fa tutto lei, e va benissimo così.

 

Imbocco una strada extraurbana che mi porta fuori città, accompagnato dalla musica di un buon sistema multimediale, comprensivo di radio digitale DAB, compatibilità Apple Car Play e Android Auto. Il motore 1.6 diesel da 136 cv riesce ad essere scattante e porta rapidamente la ProCeed alla velocità di crociera. In autostrada riattivo il cruise control, ovvero imposto la velocità massima, che si adatta automaticamente al veicolo che mi precede, in modo da mantenere sempre la distanza di sicurezza. In più posso attivare la funzione che permette al volante di seguire automaticamente i curvoni. È come se ci fosse qualcuno che mi aiuta facendo leggermente forza sul volante: posso lasciar fare oppure decidere di tenere il controllo, senza alcun timore o fastidio. Quando provo a lasciare completamente le mani vedo il volante che si muove autonomamente, ma dopo qualche istante partono i segnali acustici e visivi. L’automobile si è accorta che stavo “barando” e mi chiede di prendere il volante con le mani: sicurezza e comfort vanno di pari passo.

 

Si viaggia comodi sulla ProCeed, dove lo spazio non manca. Sia per il guidatore, sia per i passeggeri, con tanti scomparti dove appoggiare qualsiasi cosa. E visto che siamo comunque su una vettura di taglia ragguardevole, i 594 litri di bagagliaio che diventano 1.545 con i sedili abbattuti, lo portano ad essere tra i più capienti nella categoria arrivando addirittura ad essere in linea con vetture di dimensioni maggiori. Per dare l’idea, è possibile affrontare un viaggio in quattro senza dover essere obbligati a montare il portapacchi. Kia ProCeed è proposta con due motori benzina 1.4 da 140 cv e 1.6 da 204 cv, ed il citato diesel 1.6 da 136 cv, con il cambio automatico disponibile su tutte le versioni. Da notare che tutti i motori sono esenti da ecotassa. Due gli allestimenti: GT e GT Line che si distinguono per una maggiore sportività. Prezzi a partire da 29.000 euro fino a 34.500 euro, con una campagna di lancio che prevede un vantaggio cliente fino a 4.500 euro. Da segnalare infine l’interessante formula long test drive che permette di far provare la vettura per sei mesi, trascorsi i quali sarà possibile decidere se continuare a guidarla iniziando a sostenere il pagamento delle rate mensili, oppure restituirla al concessionario.

 

di Gianluca Pezzi - MarieClaire 30 gennaio 2019

Top

Contatti

Cristina Nichifor; Francesco Cremonesi

Kia Motors Company Italy

Telefono: +39 02 33482 183; +39 02 33482 180

E-mail: cristina.nichifor@kia.it; francesco.cremonesi@kia.it